Email
Email
La storia della famiglia comincia nel 1954 quando Ugo Sacchi apre un'officina meccanica specializzata in riparazioni di biciclette e moto, in seguito rilevata dai figli Bruno e Luigi nel '61 che continuano l'attività di riparatori.

Verso i primi anni Settanta, con il boom delle moto giapponesi, i fratelli Sacchi si lanciano in questo nuovo e proficuo settore, diventando concessionari Suzuki nel 1971.

Dal 1973 inizia la loro attività agonistica, schierando sulle piste del Motomondiale Nico Cereghini, rimasto in squadra fino al '79 prima di intraprendere la carriera di tester giornalista, e annoverando in quegli anni tra le loro file piloti del calibro di Marco Lucchinelli e Franco Uncini (la prima Suzuki utilizzata da Uncini era proprio dei fratelli Sacchi).

Dopo dieci anni di attività sportiva, le corse lasciano spazio al nuovo negozio che i fratelli Sacchi aprono a Milano in viale Papiniano, tutt'oggi uno dei punti di riferimento per i clienti Suzuki, gestito da Luigi.

L'attività agonistica riprende poi agli inizi degli anni '90, con la partecipazione prima alla Suzuki Cup e alla Sport Production, specialità nelle quali le nipponiche preparate da Sacchi si sono sempre imposte, per poi arrivare verso la metà degli anni '90 alla Superbike, con una Suzuki sperimentale, e in seguito alla Supersport, specialità nella quale il team Sacchi ha ottenuto piazzamenti onorevoli.

Vista l'esperienza trentennale di Sacchi nelle corse, non è da escludersi un prossimo coinvolgimento del marchio Unionbike in qualche specialità della pista.